Cerca: open data

Risultati 1 - 10 di 319

Risultati

Rifiuti, le tasse comunali a confronto su openbilanci

Dai bilanci consuntivi dei Comuni si può vedere l’ammontare pro capite delle tasse comunali sui rifiuti. In cima alla classifica delle città più care per i contribuenti, Roma, Torino e Bologna. Mediamente le 15 città più grandi tassano il cittadini di €116,47.

Leggi tutto

Accesso alle informazioni pubbliche: la normativa italiana è soddisfacente e al passo col resto del mondo?

Il contributo che vi proponiamo si inserisce nel vivace dibattito, in materia di Accesso Civico (art.5 del Decreto 33/2013), aperto in occasione del webinar "Trasparenza, diritto di accesso e Open Data, facciamo chiarezza" [qui gli atti] , recentemente organizzato da FORUM PA. Il Decreto prevede il diritto dei cittadini ad accedere solo ed unicamente a quei documenti che la PA è obbligata a pubblicare. Un ambito di applicazione del diritto sostanzialmente limitato alle inadempienze della PA. Quindi ci chiediamo: il FOIA - Freedom of Information Act è la soluzione per non ridurre la trasparenza a quanto previsto dalla norma? E', così come è oggi inteso, l'azione corretta per realizzare il pieno accesso civico?

Leggi tutto

Da OpenSIOPE a Soldipubblici.gov, buone intenzioni work in progress

Annunciato in Tv a metà dicembre e messo on line in tempi strettissimi e quasi impensabili per la PA a cui siamo abituati, il portale soldipubblici.gov.it è stato presentato dallo stesso Presidente del Consiglio come “un’opera straordinaria di trasparenza”, ma è indubbio che il lavoro da fare sia ancora molto. A questo proposito ne abbiamo parlato con il prof. Giovanni Menduni, a capo del team di progetto.

Leggi tutto

Quanto rende la cultura? La classifica dei Comuni italiani

I grandi Comuni italiani sembrano incassare poco dalla cultura. Solo due città guadagnano più di €10 a cittadino: Padova e Verona. Da bilancio, 8 delle 15 città prese in considerazione incassano meno di €1 pro capite. 

Leggi tutto

Smart disclosure e "government as a platform"

La smart disclosure (rilascio intelligente) consiste nell’esportare verso il web in modalità machine-to-machine i nostri dati personali detenuti dalle varie PA e da altre entità (banche, associazioni di categoria). Mediante l’uso di tecnologie di autorizzazione digitale, l’esportazione si rivela sicura poiché ogni dato viene fornito solo previa autorizzazione digitale del proprietario stesso. La smart disclosure aprirebbe scenari assai innovativi, tra cui la fine del monopolio della PA sui servizi di eGovernment e la realizzazione del “government as a platform”.

Leggi tutto

Open Data Index 2014, in dataset crescono lenti

L’Open Data Index 2014, pubblicato a dicembre dall’Open Knowledge, mostra che, nonostante alcuni progressi, la maggior parte dei governi ad oggi non fornisce informazioni chiave in un formato accessibile a cittadini e imprese. Nel complesso, mentre non vi era un miglioramento significativo nel numero di set di dati aperti (87-104), la percentuale di set di dati aperti in tutti i paesi esaminati è rimasta bassa, solo l'11%. Un forte danno non solo in termini di trasparenza. Come ha infatti recentemente stimato McKinsey e altri, i potenziali benefici a livello economico derivanti dall’apertura dei dati sono stimati oltre 1 trilione di dollari.

Leggi tutto

Open data: online sei interviste e undici lezioni. In programma a febbraio un MOOC sul tema

Undici video lezioni e sei video interviste, realizzate da Formez PA sul tema dei dati aperti, sono disponibili gratuitamente sul portale dei dati aperti della PA italiana Dati.gov.it.

Leggi tutto

Open Data best practices: l'esperienza del Comune di Firenze

Emanuele Geri, responsabile degli Open Data del Comune di Firenze, in occasione della sua partecipazione al webinar organizzato da FORUM PA in collaborazione con Digital&Law Department dello Studio legale Lisi e l’Osservatorio Nazionale Smart City di ANCI [qui gli atti del webinar], illustra la buona esperienza dell’amministrazione fiorentina in materia di Open Data.

Leggi tutto

Open data e innovazione, la scelta di Parma

Primo Comune a “5 stelle" (e prima di salire agli onori della cronaca per aver ospitato l'adunanza dei dissidenti del Movimento) Parma, sotto la guida dal sindaco Pizzarotti, aveva fatto parlare di sé per le modalità di selezione della squadra di governo locale. “A cosa servono i grandi nomi per la città? L’importante sono le competenze e la voglia di fare", aveva affermato il neo-eletto. A poco più di due anni dall’inizio del nuovo corso dell’amministrazione parmense, abbiamo intervistato Giovanni Marani, Assessore all’Innovazione tecnologica oltre che alle Politiche Giovanili e allo Sport.

Leggi tutto

Comune di Cagliari, app e nuovi dataset per portale Open Data

Aveva già ricevuto a settembre di quest'anno la Menzione Speciale del premio E Gov per il progetto OpenData & OpenService, ora il Comune di Cagliari pubblica nove nuovi set di dati in formato aperto attraverso lo spazio dedicato sul portale web.

Leggi tutto